“La pace è un sogno, può diventare realtà… Ma per costruirla bisogna essere capaci di sognare”  CIT. NELSON MANDELA.

“Sogno” è una delle parole chiave che ci stanno accompagnando dall’inizio di quest’anno scolastico nella classe quinta della scuola primaria A. Manzoni. Ci sembrava importante, dopo questi ultimi due anni in cui ci siamo ritrovati a vivere un’esperienza di chiusura, paura e distanziamento gli uni dagli altri, poter ripartire da qualcosa che potesse darci speranza, voglia e coraggio di progettare il futuro. A partire dalle parole di Nelson Mandela che dicono che la pace è un sogno che può diventare realtà, abbiamo pensato di progettare la commemorazione del 4 novembre. Raccontare ai nostri alunni cosa è stata la guerra, gli orrori che hanno vissuto migliaia di persone allora e che continuano a vivere ancora oggi, molti popoli in tutto il mondo, serve ad avvicinarci a quel dramma per renderci più vigili e attenti. Capaci cioè di schierarci dalla parte della pace, del dialogo e della collaborazione anche nelle differenze. Il culmine del percorso li ha visti protagonisti nel commemorare la giornata del 4 novembre, al monumento dei caduti di San Vito, in presenza del vicesindaco Bortolo Saccardo. Per l’occasione i nostri alunni hanno letto delle riflessioni sul motivo per cui si festeggia la fine della guerra e sull'importanza di tenere vivo il valore della pace, hanno recitato le poesie imparate a scuola e deposto dei fiori di carta sul monumento. E’ stato importante per i ragazzi mettersi in gioco e sentire nelle parole del vicesindaco gli stessi pensieri che avevano accompagnato anche loro nella preparazione di tale momento. Rientrati a scuola gli alunni si sono cimentati nello scrivere delle poesie personali riflettendo sull’orrore della guerra e sul valore della pace.

Ins. Meneghini Maria e Testolin Rosalia classe 5^ A sc. primaria “A. Manzoni“

whatsapp image 2021 11 12 at 16.48.45 1 censoredwhatsapp image 2021 11 12 at 16.48.45 censored